Lavoro: Di Salvo, Istat fotografa un Paese in ripresa

By March 10, 2017Dichiarazioni stampa

Diminuisce gender gap, ora concentriamoci sui giovani
“Abbiamo davanti la fotografia di un Paese in ripresa, con un mercato del lavoro col segno positivo”
– Così Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, commenta i dati dell’Istituto di Statistica sul mercato del lavoro –
“Nel 2016 cresce l’occupazione, che raggiunge il suo massimo dal 2009, diminuisce la disoccupazione, che arriva al livello piu’ basso degli ultimi quattro anni e calano in modo consistente gli inattivi. Anche l’analisi di genere porta a dati confortanti, con un tasso di occupazione che cresce in misura leggermente superiore rispetto agli uomini e con una consistente riduzione del tasso di inattività. Si registra – spiega la deputata Dem – l’aumento della partecipazione delle donne al mercato del lavoro, specie nel Mezzogiorno, ed una diminuzione del gender gap”.
“Una tendenza complessiva che riporta speranza e futuro alle cittadine e ai cittadini italiani. Ma c’è ancora molto da fare per dare buona occupazione ai più giovani e sottrarli alla precarietà . Già la scorsa Legge di Bilancio – sottolinea Di Salvo – andava in questa direzione, con misure per incentivare le assunzioni a tempo indeterminato, in particolare dei giovani e al sud; con la stabilizzazione dei precari della pubblica amministrazione, e con l’incentivo al turn over per le nuove assunzioni, attraverso l’intervento sulle pensioni che consentirà in due anni l’uscita potenziale di più di 200mila persone, al netto dell’ape volontaria”.
“Le riforme messe in campo stanno già dando i loro frutti, ma il nostro lavoro non è finito. Bisogna ora concentrare sforzi e politiche per aumentare l’occupazione dei giovani e delle giovani donne. Il Partito Democratico continuerà ad impegnarsi nell’attività legislativa per creare nuova e buona occupazione per chi nel mercato del lavoro c’è già, per chi deve ancora accedervi e per chi è stato espulso. Perché – conclude Titti Di Salvo – sappiamo che affinché l’Italia riparta non possiamo permetterci che nessuno resti indietro”.

Leave a Reply